Rito di iniziazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jump to navigationJump to search

Un rito di iniziazione è un complesso di uno o più riti di natura culturale e religiosa che permettono al partecipante «l'uscita da uno status in funzione dell'entrata in uno status diverso, talora in modo radicale, dal precedente».[1]

In senso ristretto costituisce la possibilità di accedere al nucleo più intimo e nascosto di una dottrina o di una cerchia esoterica (dal greco esóteros, «interiore»), andando oltre il suo rivestimento esteriore (exoterosessoterico), consentendo di diventare un «adepto», cioè un aderente ad un nuovo modo di vedere o di pensare, tramite una sorta di rinascita.[2]

Il termine deriva dal latino initium («inizio»), composto a sua volta da in + ire, cioè «andare verso», implicando un senso di movimento verso un traguardo o un obiettivo

«È attraverso il rito che, pur nei limiti di una realtà di questo mondo, si stabilisce un contatto con una realtà che trascende questo mondo. L'atto rituale è legato a una struttura simbolica tramite la quale si opera il passaggio dal significante al significato, dall'immaginario all'ontologico, dal segno all'essere.»

IL SARCOFAGO DI PACAL VOTAN

Pacal Votan si dice essere il Telektonon, il Tubo Parlante dello Spirito della Terra, grazie al condotto che dai Nove Piani sotterranei fa risalire in superficie la conoscenza antica lì custodita dal 700 a.c. circa. Lungo il perimetro del suo sarcofago sono scolpiti 13 Kin, 13 Glifi Solari che risuonano a determinati Toni, come se fossero tanti tasti di una navicella spaziale per viaggiare lungo lo Spazio-Tempo.

Ogni volta che lungo le 13 Lune torna uno di questi 13 Segni Chiari, Pacal Votan fa sentire la sua energia di Navigatore Galattico e Intergalattico, risvegliando  la nostra memoria .