E' SEMPRE PIU' DIFFICILE TRASCENDERE LE ONDE ENERGETICHE CHE SI INCARNANO IN NOI NEL CORSO DELLA MEDITAZIONE, LA QUALE ILLUMINA IL SENTIERO DEL NOSTRO ESSERE . OGNUNO DI NOI HA LA SUA STRADA ENERGETICA, GIA’ DEFINITA… ESSA PERO’ PUO’ E DEVE ESSERE NON SOLO TROVATA DALL'IO, MA IL SE' DEVE DIVENIRE IO, E CIO’ CHE OCCORRE A TAL FINE, E’ SCRIVERE O MEGLIO DEFINIRE UN PERCORSO CHE DEVE AVVICINARCI AL NOSTRO SENTIERO, NON ALLONTANARCI DA ESSO, PERCHE' PIU' L’UOMO SI ALLONTANA DALLA SUA NATURA, PIU' SI ALLONTANA DAL PROPRIO ESSERE, OVVERO DAL PROPRIO IO . E' PROBABILE, ANZI E’ CERTO CHE OGNUNO DI NOI NON HA SOLO UNA SINGOLA STRADA DA PERCORRERE, MA VI SONO TANTE STRADE ALL'INTERNO DELLO STESSO IO, E QUESTO PERCHE' L'AMBIENTE STESSO DELLA NOSTRA VITA CI HA PORTATO ALLA CREAZIONE DI ESSE, DALL'EDUCAZIONE DEI GENITORI A QUELLA SCOLASTICA, NONCHE' A TUTTI I RAPPORTI UMANI E SOCIALI . 

 DOBBIAMO IMMAGINARE IL NOSTRO IO COME UN ARCOBALENO, DOVE CI SONO 7 COLORI, MA OGNI ARCO E' SINGOLO, CON UN PERCORSO CHE INIZIA E FINISCE DALLO STESSO COLORE. ATTRAVERSO TALE OSSERVAZIONE, IDENTIFICATEVI CON UN COLORE, DEFINENDOLO IL COLORE EMOZIONALE DELLA VOSTRA EMOZIONE, PER CUI, SE AD ESEMPIO IL VOSTRO SENTIERO E' DI COLORE GIALLO, POTRA' AVERE ALTRE SFUMATURE MA SICURAMENTE PREVARRA' IL GIALLO, PERCHE' VI E' UNA MAGGIOR POLARIZZAZIONE DI ENERGIA "GIALLA ". DUNQUE  IL SENTIERO DI MAGGIOR PREVALENZA ESISTE PER NATURA, MA ESSO PUO' ESSERE MIGLIORATO, NONCHE' TRASFORMATO, SE LA FORZA DI VOLONTA' DELL'AMORE PREVALE SULL'ISTINTO NATURALE DELL'ESSERE, OVVERO SULLA NATURALE COSTRUZIONE DELL'IO, DERIVANTE NON DALLA VOLONTA’ SOGGETTIVA, MA DALLA NATURALE FORMAZIONE DELL'AMBIENTE CIRCOSTANTE ..PERTANTO SE IL VOLERE DELL'AMORE DECIDE DI ADDENTRARSI IN UN NUOVO SENTIERO, DOVRA' INIZIARE CON L’ IDENTIFICARSI IN ESSO, SEGUENDO UN NUOVO PERCORSO, CON L'OBIETTIVO FINALE DI AGGIUNGERE UN NUOVO COLORE AL VOSTRO IO "GIALLO". COSI’ FACENDO POTRETE AGGIUNGERE SEMPRE PIU’ COLORI, OTTENEDNO ALLA FINE L'ARCOBALENO DELLA VOSTRA VITA .. MA COME VI HO DETTO SOPRA, E' DIFFICILE UNA VOLTA OTTENUTO UN NUOVO COLORE EMOZIONALE, TRACCIARE DUNQUE UN ALTRO SENTIERO, CHE POI NON E' UN SENTIERO MA UNA STRADA SEMPRE COLLEGATA AD ESSO, COME UN FIUME CON DIVERSE DIRAMAZIONI, MA CHE ALLA FINE SBOCCA SEMPRE NEL MARE, UNICO CONVOGLIO DI TUTTE LE FOCI.. DUNQUE, SE SI PRENDE UN'ALTRA STRADA, BISOGNA ESSERE CONSAPEVOLI CHE LUNGO QUELLA STRADA, SARA’ DIFFICILE VEDERE E COMPRENDERE QUELLA PRECEDENTE, E QUESTO PROVA CHE VERAMENTE AVETE IMBOCCATO UN NUOVO PERCORSO, PER CUI SE SUCCEDE QUESTO, ALLORA SIETE SULLA STRADA GIUSTA, PER LA RICERCA DEL NUOVO PERCORSO. MA E' FONDAMENTALE AFFRONTARE IL NUOVO PERCORSO A PIU' STRATI, O MEGLIO CICLI, E AD OGNI CICLO O PERCORSO NUOVO, BISOGNA RITORNARE NEL PROPRIO CICLO VITALE PRECEDENTE, OSSIA QUELLO CHE CI HA CONTRADDISTINTO SEMPRE NEL NOSTRO PIU' INTIMO PENSIERO. DUNQUE, E' IMPORTANTE RIPERCORRERLO PER POI RIPRENDERE IL PERCORSO, E QUESTO PER NON PERDERE LA PROPRIA IDENTITA', OVVERO TROVARSI DISORIENTATI IN UN CONTESTO SOCIALE, NONCHE' PERSONALE ..

CONCLUDENDO, PER IL SUCCESSO DEL VOSTRO NUOVO PERCORSO, L'EMOZIONE PERSONALE DOVRA' ESSERE GUIDATA DALLA PAZIENZA, PERCHE' SI SA’ CHE LA PAZIENZA E' LA VIRTU' DEI PIU' FORTI, E QUINDI LA MEDITAZIONE E' PAZIENZA.