Si dovrà studiare l’emozione dal punto di vista empatico, onde evitare un possibile attacco terroristico nel futuro, perchè la troppa "perfezione" per via della "civilizzazione" non fa che sconnettere la realtà dalla concentrazione, nonchè dall'intuito emotivo, e a questo punto non si comprenderà l'empatia, per cui si potranno ingannare i sensi, se vi si presta troppa attenzione allo studio della visione e non dell'emotività. La scrittura, la lingua dialettale, devono restare nella conoscenza della mente di ogni esperto di telecomunicazioni; anche se vi è il riconoscimento facciale o la pronuncia telematica, la tecnologia non potrà riconoscere l’ empatia e ancor meno l'intuito emozionale di un ipotetico linguaggio di "bassa" comunicazione, e questo perchè vi è una scorretta comunicazione nel dialogare con perfezione ...vi farò un esempio realizzando un *video, così da poter testare le mie affermazioni sulle nuove generazioni, che siano esse nel settore delle comunicazioni, nell'antropologia, nella psicologia o in tutte le altre le scienze umane ecc . Infatti, si studia nelle neuroscienze e nella pragmatica, un meccanismo nella comunicazione, messo a punto dal cervello, per esigenze di abbreviazione, così come nella visione, a volte, si creano le lettere mancanti nell'udire un messaggio verbale non chiaro, e il cervello lo decifra sulla base della propria ragione, creandone un’ interpretazione. Lo stesso interlocutore, nello spiegare la propria versione del messaggio, a sua volta lo interpreterà secondo una diversa realtà, specie se l’ ambiente circostante manifesta un qualcosa di non familiare, con dei loghi o scenografie "strane "; si pensi ad es. quando in un determinato ambiente, si accosti ad un film un qualcosa di horror, allora la mente registrerà quel messaggio personale, rispecchiando anche dopo lungo tempo sempre quella stessa realtà, perchè esso vi rimarrà impresso come un talismano, che simboleggia una realtà individualizzata dalla mente come un qualcosa da starvi lontano; così come una fobia o una paura crea uno stato emotivo personale, anche una scenografia può creare uno stato emozionale che non farà distinguere il reale dal vero .

Proprio per questo, le notizie false sono una grande minaccia per l’umanità, perchè si giungerà a non distinguere il vero dal falso, e nonostante ad alcuni questo possa sembrare un pregio, la realtà nascosta è ancora peggiore, perchè si arriverà ad una nuova sensazione ..mi spiego meglio :

al momento ci si chiede “è vero o falso” ? Ma le generazioni nuove non si preoccupano piu' di distinguere la notizia vera da quella falsa, in quanto essi vengono solo turbati a livello emotivo, e per essi vige nelle loro vite soltanto il reale, non piu' il virtuale, nè il vero distinto dal falso. Pertanto, si dovrebbe procedere ad una sorta di sensibilizzazione che porti a riunire le due realtà parallele del genitore e del figlio, in maniera che entrambi i "canali" emozionali si indentifichino nella stessa realtà emozionale, per non perdere quel mezzo di comunicazione sensoriale che vi si crea nella realtà non emotiva .Dunque, si dovrà creare uno stimolo generazionale, così da imprimere nella mente che vi è una realtà virtuale, ma che la stessa può anche sembrare reale, per cui si dovrà spiegare la differenza tra il reale e il vero, mentre la falsità dovrà essere sanzionata penalmente . Bisognerà educare verso il riconoscimento emozionale, e non formale ! Si dovrà stimolare l'intuito emotivo e non l'ambiente visualizzato, nè l'audio ascoltato, ma piuttosto il tono, la risonanza, il comportamento, la visione, dovranno alzare l'attenzione, e questo lo si può comprendere solo per conoscenza, nonchè per associazione delle proprie capacità mentali e di creativa personalizzazione, condividendo con la comunità la fantasia, che vi darà tantissima libertà, e una maggiore comprensione del reale rispetto al virtuale .

Ma va sempre ricordato che per reale non si intende il vero, e da qui un nuovo lavoro delle forze dell'ordine, per il futuro delle nuove generazioni .

 

il video . come scenografia vi si cela una realtà non comune alla nostra immaginavione con ombre ecc per ingannare l'emotività inoltre per la voce vi si parlerà tratteggiando evidenziando solo qualche aspetto economico e aziende conosciute cosi il cervello si attiverà nella parte del denaro nonchè aziendale un meccanismo comune a tutti e presto da immagazinare lo si monterà in diverse angolazioni lo si renderà piu' scuro e con maggiore vibbrazione questo a secondo lo studio che si farà come può essere per uno studente o al contrario per un docente o esperto di telecomunicazioni lo si dovrà tradurre e si collaborerà per la traduzione cosi da testre la reale interpretazione dopo di che si valuteranno i diversi stati emozionale valutandone il risultato finale .