La raffigurazione della M all'interno delle due mani non è una semplice raffigurazione personale, ma essa è frutto di lunghi anni di meditazione visiva, nonchè cibernetica emozionale. Non a caso il logo è definito all'interno di figure geometriche, in particolar modo triangoli, perchè in esso vi ho espresso tutta la mia conoscenza scientifica, culturale, emozionale, ma soprattutto ho compreso la polarizzazione emozionale tra mente, cervello e fotoni, quindi tra anima e mente, ed essendo per me difficile descrivere questa fase, ho realizzato un video, nonchè un’illustrazione, al fine di esercitare la vostra vista nel captare l'altra faccia della luce ...l'aura emozionale . Sarà facile visualizzare la M, e sarà ancora piu' facile vedere i 3 triangoli che  formano la M stessa; poi, man mano che vi si esercita la vista, vedrete l'infinito ... ma per il momento vi descrivo il logo dell'associazione spikeM37:

le due mani formano un triangolo, e se consideriamo la mano destra, troviamo libere 3 dita, ovvero il mignolo, il medio, e l'indice, per cui possiamo creare un insieme che chiameremo insieme destro "dita libere ", e lo stesso si fa con la mano sinistra. Poi, indice piu' indice formano un altro insieme, e lo stesso i 2 pollici . Dunque, abbiamo 4 insiemi in 2 mani, ma non voglio confondervi, e allora, tornando all'insieme delle 3 dita libere, vi possiamo sommare 3 + 3 uguale a 6 dita libere, e a questo punto, guardando bene il triangolo che vi si forma tra l'indice e il medio, non è altro che una M al contrario, la quale ritorna ad essere visualizzata nella giusta forma, se si fissa la luna all'interno del triangolo, appunto rappresentata dal logo con tutte le intersecazioni geometriche visibili attraverso la polarizzazione del plenilunio ... dunque ecco i 3 insiemi che formano la M36 ed M37.