Nella lettura che segue, è da tener presente che questo non è un libro, in quanto non sono un scrittore ma un ricercatore, autore, produttore. Dunque, come da titolo“The Progect”, esso rappresenta un’anteprima del progetto che denominerò “Etere137; “esso è per chi, consapevolmente, leggendo, comprende che l’autore non vuole nè trasmettere, nè affascinare tramite la lettura, ma trattasi delle fondamenta di quel che sarà l’associazione Etere. Il punto 0 inizia semplicemente con lo scrivere qualcosa per attirare l’attenzione del lettore .La tua .Si ! La mia . 

All’interno vi troverete diversi argomenti (vedi indice ); al momento seguite quelle di vostro maggior interesse  perché la passione è la chiave della concentrazione .

Errore spazio/tempo. Celeritas.

Il riflesso emozionale.

Esiste un errore grandissimo nell’evoluzione umana, che io  chiamo “celeritas”, ovvero velocità ,da ora in poi chiamato C . 

L’errore evolutivo C,rende incomprensibile la comunicazione , sia che si tratti di un libro ben scritto ,di un’app ben fatta, o altro come social network ,film,musica ,arte e tutto quello che la mente possa creare. Piu’ aumenta il fattore C, maggiore sarà il calo di attenzione e di conseguenza l’interpretazione sarà diversa da persona in persona portando ad uno squilibrio sociale/mentale, con voragini proporzionate all’aumentare del fattore C. Le conseguenze che si generano, sono tantissime: dall’infelicità, all’indifferenza, per arrivare all’intollerabilità .Il Fattore C ovvero “L’ERRORE” del tempo e dello spazio (per spazio e da considerare l’ambiente circostante ), va interpretato come un riflesso delle emozioni, in quanto esse giungono dall’esterno, e “solo” una volta elaborate dall’interno (vedi pag), verranno trasmutate in realtà..la nostra realtà! Dunque il fattore C determina la reale interpretazione della realtà stessa, che è proporzionata alla C, e pertanto sarà sempre piu’ difficile gestire la velocità di un crescente numero di “emozioni”. Dunque, l’equilibrio è alla base di tutto e solo esso sarà il pilastro dei progressi umani /divini e tecnologici per le nuovi generazioni, le quali creeranno un futuro di gran lunga migliore del presente; al contrario, se il progetto non viene eseguito  nell’immediatezza, perché piu’ il fattore C aumenta maggior è la difficoltà . Se non si attua un progetto capace di catturare l’ attenzione, allora social , motori di ricerca ,video, film, pubblicità e altro… perderanno il controllo e la gestione  causando ciò che è alla base del fattore C . Il business, la politica, e l’umanità stessa, ne subiranno le conseguenze, nell’incapacità di “intendere e volere”, e la gestione emozionale ne determinerà l’inferiorità “mentale”, con un’impennata di inevoluzione, al contrario dell’ evoluzione .

 

L’archè della consapevolezza .

Da sempre l’uomo si pone delle domande del tipo: da dove veniamo e quale è lo scopo della vita ecc . Si cerca di spiegare il tutto, ma ogni spiegazione cade al momento dell’interpretazione, e piu’ è difficile “elaborare”la spiegazione, piu’ è facile perdere la reale interpretazione. Un po’ come accade per la materia luce,  dove l’osservazione fa cadere l’osservato, e si ha quindi materia/antimateria o semplicemente Luce/buio, lo stesso avviene per il pensiero, che è tale fin quando lo si elabora e smette di essere tale una volta elaborato; ciò che non è chiaro è perché esso si forma e quale sia il suo input primordiale. Questa polarizzazione ne definisce l’essere e l’essere ne definisce la polarizzazione, per cui sono proporzionati l’un l’altro, come la massa lo è per  l’energia e=mc2, l’emozione lo è per l’attenzione. Pertanto, viste le domande che da sempre l’uomo si è posto, ne possiamo dedurre che le religioni hanno sempre dato una risposta, mentre la scienza continua a studiare il fenomeno, e anche se negli anni entrambe si sono contradette,  trovano da sempre dei punti in comune, lì dove lo spazio/ tempo è inversamente proporzionale al riflesso dell’essere umano in quanto essere pensante magneticamente, e quindi non del tutto cosciente  delle proprie emozioni, creando un’ “illusione “di realtà emozionale . Tale spiegazione circa l’ emozione illusoria,  cercherò di spiegarla piu’ approfonditamente mediante l’associazione culturale Spike M37 in fase di concretizzazione .

 

Il Logo M37.  

Il l’algoritmo o meglio l’acronimo M37 sta a indicare la teoria M della fisica quantistica; il 3 i lati geometrici del triangolo che  si forma all’interno del seme della vita, nonché in tutte le rappresentazioni della geometria sacra, nonché nell’insegnamento pitagorico della prima scuola del sapere, tenutasi a krotone, in Calabria .Da qui la croce del sud ( vedi costellazione ), il tetraedro, e  i solidi platonici, quale il cubo di megatron, ecc ecc; il 7 è il numero sacro con maggiore diffusione e il suo significato è libero nella sua interpretazione, ma che certamente richiama i 7 colori dell’arcobaleno, ovvero della luce del sole, per cui un punto comune nei vari significati del 7, è che esso è la vita,la creazione del tutto. Inoltre, addizionando il 7 al 3 si ottiene 10, quindi la fine e l’inizio di un nuovo ciclo;  7-3 = 4 ovvero il numero che porta alla realizzazione del fiore della vita, e cioè al 64 ( 4x4=16x4=64).

 

Ps: 

Premesso che ho realizzato un video il quale raffigura velocemente il lavoro “grafico” della realizzazione del logo, tengo a precisare che la sua rappresentazione non debba dar luogo a congetture, essendovi racchiuso l’archè del tutto, dal sapere allo spirituale, attraversando la storia,  e ciò che non vuole rappresentare è l’ ignoranza emozionale . Ecco perché il video .L’uomo non cerca spiegazioni…….

 

 

Nella  rappresentazione finale del logo vi è il fiore della vita, che al contrario del seme della vita, è nato dai tre triangoli appartenenti al triangolo principale del tetraedro, dove partono i primi cerchi che andranno a formare il fiore ovvero 64 cerchi, numero anch’esso non preso a caso. La storia lo rappresenta già 5000 anni fa, ma la mia interpretazione è derivata dallo studio personale, in quanto ho trovato la miglior interpretazione  dall’osservare il frattale emozionale, ossia quel frattale che unisce la mia ricerca cibernetica, e dunque il 64 bit commodor,  64 geni, dna, ecc. Dunque, essendo per me il triangolo la forma di maggior rilevanza , allora  per l’interpretazione del fiore della vita ho eseguito : 

  7-3 = 4 ( M.3.7.) ( sottrazione perché – è il negativo e quindi il contrario del positivo ); perciò ho fatto la lettura al contrario perché l’energia segue la massa ) ;dunque, ho tracciato un quadrato, che ha 4 lati uguali; ho eseguito la somma 3+7= 10 (non considerando lo zero in quanto valore chiuso e dunque spazio  ), da cui si ottiene l’inizio di un nuovo ciclo, e che quindi eseguita come sottrazione al contrario ci dà il 4. Ho tracciato 1 diagonale dividendo il quadrato in 2 triangoli isosceli congruenti di cui la diagonale è  l’ipotenusa del triangolo rettangolo ( vedi teorema di Pitagora ).Pertanto la diagonale   divide in due il quadrato rendendolo negativo e positivo, ottenendo così 2 polarità differenti, nonchè  allo stesso tempo  due triangoli  rettangoli. A queste deduzioni iniziali, vi applicai diverse interpretazioni, nonché formule  scientifiche, legando il tutto con la geometria sacra. Dunque, il logo è una personale intuizione  spirituale e scientifica, dove la geometria vi raffigura il “corpo “ dell’emozione mentale,  ecc. Il risultato, nonché la formula della spiegazione,  è lungo da affrontare in questa anteprima. (lo amplierò nell’uscita ufficiale ) ma esso è stato il risultato che segue :

quadrato :

 

 moltiplicato per altri 4 quadrati .

 

Da qui ho dedotto il frattale o stringa emozionale, la quale mi ha permesso di creare un primo algoritmo fondamentale del progetto, denominato “clonazione emozionale “ .

 

il risultato sono 64 quadrati e se mettiamo l’ipotenusa a ciascun quadrato, otteniamo 2 triangoli ,ovvero   128, e tracciandone un’altra 256 e cosi via …

 

Per *l’interpretazione del logo  è fondamentale avere almeno l’A,B,C multidisciplinare; infatti a seconda della propria conoscenza, vi è una maggiore comprensione, in quanto la ricerca per la realizzazione ha abbracciato molte materie. Dunque, è fondamentale almeno la conoscenza dalle materie elementari, quali matematica, geometria, fisica, nonché universitarie anche in linea generale, quali neuroscienze, ,fisica quantistica, nonché quelle religiose, racchiudendovi il tutto nella  geometria e matematica Sacra.

*Quanto detto sopra circa l’interpretazione del logo, non è da considerare per la lettura del libro se letto come fantascienza, o semplicemente curiosando tra le diverse pagine, come quella delle 7 sfere del drago capitolo Dragonboll.